Strumenti Utente

Strumenti Sito


db:i_quarzi_del_selvino_bg

I quarzi del Selvino (BG)

Quarzi

Le valli del Selvino nascondono un segreto, o meglio, migliaia di piccoli segreti. Sono i “quarzi del Selvino”, “quarzo” letteralmente significa “materiale che attraversa la roccia”, si trovano per le valli, piccoli cristalli che affiorano dalla terra come fiori preziosi. Variano da pochi millimetri a diversi centimetri, sono simmetrici o irregolari, piccoli gioielli della terra, cristalline gocce di lacrime di Madre Natura.

Uno strano fenomeno li ha formati nel corso di centinaia di migliaia di anni, laddove si sono mantenute particolari condizioni climatiche e geologiche regolari per un lunghissimo periodo di tempo. Da dove provengono? Perché si sono formati? È stata esclusa l’ipotesi vulcanica, non essendoci stati vulcani. Queste valli sono invece conosciute per la presenza delle doline carsiche, depressioni a imbuto che, riempiendosi d’acqua, non danno mai luogo a laghetti, ma filtrano la pioggia arricchendo corsi d’acqua sotterranei.

Queste doline potrebbero essere insenature di formazione dei cristalli, perché l’acqua ristagnando avrebbe contribuito alla crescita di alcuni quarzi. Ipotesi vera o falsa, resta il fatto che il terreno ne è pieno, sembra di camminare sul cielo, perché attorno brillano, al contatto con il sole, migliaia di queste misteriose “stelle del Selvino”.

db/i_quarzi_del_selvino_bg.txt · Ultima modifica: 02/10/2020 19:29 da @Staff R.