Strumenti Utente

Strumenti Sito


db:topazio._dai_gioielli_ai_coltelli

Topazio. Dai gioielli ai coltelli

Topazio

Il topazio fa parte della famiglia dei silicati e la sua formula – non comprensibile per tutti – è Al2(SiO4)(F,OH)2. I cristalli presentano spesso due facce triangolari molto sviluppate, da cui l’aspetto “a scalpello” che, insieme al peso elevato (3,5 g/cm3) e all’estrema durezza (8 su 10 nella scala di Mohs) li rende facilmente riconoscibili. Incolore se puro, è variamente colorato a seconda degli altri elementi presenti nella sua struttura: esistono topazi di svariate sfumature di rosso, rosa, verde acqua, azzurro, arancio, giallo-bruno (il più diffuso). La varietà rosso-arancio-rosato è detta topazio imperiale.

Dove si trova

È possibile trovarlo in tutti i continenti, ma rimane comunque una pietra abbastanza rara. Si forma tipicamente all’interno di rocce magmatiche ricche di silice, come granito e riolite, in particolare all’interno di filoni pegmatitici (vene rocciose in cui i granuli della roccia raggiungono grandi dimensioni) o di cavità create da bolle di gas.
Per via della loro resistenza agli agenti atmosferici, è possibile trovare topazi anche in accumuli sedimentari derivanti dalla distruzione delle rocce che li contenevano. Il più grande topazio di cui si ha notizia è un gigante di circa 2.500 chilogrammi rinvenuto in Mozambico.

Nella storia

Sembra strano, ma l’origine del nome “topazio” non ha a che fare con questo minerale: deriva, infatti, dal greco Τοπάζιος, l’antico nome dell’isola di San Giovanni, nel Mar Rosso, sulla quale venivano estratte gemme di colore giallo-verde… che in realtà erano peridoti e non topazi.
Per secoli il nome di topazio è stato attribuito a pietre di colore giallo di diversa natura. Tuttavia, oggi il nome è riferito solo a uno specifico minerale. Curiosità: a questa bellissima pietra venivano attribuiti grandi poteri.
Gli antichi Egizi pensavano che indossarla prevenisse gli infortuni, mentre i Romani usavano appoggiarseli sugli occhi chiusi per migliorare la vista. Addirittura nella Grecia antica si pensava potesse rendere invisibili ai nemici!

Utilizzo oggi

Appurata l’impossibilità di usarlo come polizza contro gli infortuni o per diventare invisibili, il topazio è utilizzato per le sue caratteristiche fisiche: grazie a durezza, lucentezza e colore, è molto apprezzato in gioielleria, ma la sua resistenza ne fa anche un ottimo componente dell’industria meccanica, in particolare quella degli abrasivi.

Prodotti

Tolti orecchini e pendenti (per i quali si utilizzano solo i cristalli più belli e rari), è possibile trovare questo minerale in particolari spugne abrasive, affilatori per coltelli, levigatrici, molatrici e granuli per sabbiatrici.

Sostenibilità

Come per quasi tutti i minerali che non prevedono trattamenti intermedi particolari tra l’estrazione e l’utilizzo finale, lo sfruttamento del topazio non crea problemi di sostenibilità: traffico, rumore e polveri sono le sole cose da tenere sotto controllo.

db/topazio._dai_gioielli_ai_coltelli.txt · Ultima modifica: 01/10/2020 09:05 da @Staff R.